martedì 16 novembre 2010

Escozul...la guida...



Salve a tutti. Bentrovati.
Oggi, per una volta, questo blog cambia volto.
Oggi voglio parlare di Escozul, il farmaco sintetizzato a partire dal veleno dello scorpione azzurro cubano. Farmaco reperibile unicamente a Cuba, in particolare nei pressi della capitale L'Avana.
Sono tornato un paio di giorni fa dalle mie brave 13 ore circa di volo...
...Palermo-Roma-Madrid-Habana e viceversa...

Segue una guida, redatta dalla mia fidanzata, che è stata l'organizzatrice materiale del mio viaggio, nonchè colei che ha scovato tutte le info che seguono.
Le ha raccolte in un compendio che vi tornerà sicuramente utile nel caso aveste intenzione di andare a prendere il farmaco direttamente a Cuba.
In Italia lo si trova alla modica cifra di circa 800 euro a flacone, venduto da sedicenti importatori italiani.
...vi lascio alla guida...
...per qualsiasi informazione mi potete chiamare al numero 3923377085 e chiedere di Ignazio, sarò lieto di offrirvi il mio aiuto.
Vi prego di chiamare soltanto dalle 12:00 alle 13:00 e dalle 19:00 alle 20:00.



Guida

INFORMAZIONI GENERALI SULL’ESCOZUL
Escozul è la soluzione che sconfigge il cancro?
No, nel modo più assoluto. La proliferazione cellulare tipica della malattia, si manifesta in svariate modalità, località e con effetti e decorsi differenti. Non esiste e non esisterà mai una molecola con un attività farmacologica in grado di distruggere tutte le forme di cancro. Il progresso e lo sviluppo di svariate terapie saranno specifiche per ognuna di queste forme ed adattate a seconda del paziente, attraverso una attenta valutazione medica.
Cos’è Escozul quindi?
E’ un preparato di origine naturale che viene poi dispensato sotto forma di soluzione da diluire secondo le modalità indicate dall’oncologo, una volta valutate le condizioni del paziente. Il preparato viene distribuito per le sue proprietà terapeutiche. Il suo potere antinfiammatorio, analgesico e antitumorale (presunto) è utilizzato per migliorare la qualità della vita del paziente oncologico.
Come viene prodotto?
Escozul è un preparato naturale che viene ottenuto per lavorazione dell’estratto in soluzione acquosa della tossina del Rophalurus junceus. In pratica è un veleno?
No, Escuzul non ha nessuna tossicità dimostrata anche se è proprio dalla tossina che viene ricavato. Il veleno della scorpione Rophalurus junceus, da cui si estrae l’Escozul, ha una DL50 (dose letale per il 50% della popolazione di cavie a cui viene somministrata in una sola volta) di 8 mg/kg, poco pericolosa rispetto alle altre specie.
Come si estrae la tossina?
Gli scorpioni catturati ed alimentati opportunamente rilasciano una piccola dose di veleno dietro stimolazione elettrica. Dopo una serie di estrazioni, vengono nuovamente rilasciati nel loro habitat naturale.
Come viene somministrato?
Generalmente la via di somministrazione è orale, sebbene possano essere utilizzate altre modalità per ottimizzare l’effetto dell’assorbimento del principio attivo. Tale assorbimento potrà anche vedere associata l’esigenza di modificare sensibilmente il proprio regime alimentare. La diluizione terapeutica il più delle volte risulta pari a 0,003 mg/l
Come deve essere conservato?
Il range di temperatura tra i 2 e gli 8 °C è quello consigliato, prima della diluizione. Questa modalità di conservazione permette al principio attivo di mantenere la propria efficacia sino alla data di scadenza. Da qualche settimana è stato introdotta anche la versione non refrigerata che non necessita di basse temperature ma si conserva a temperatura ambiente (tuttavia deve essere tenuta lontana da qualsiasi fonte elettromagnetica, come cellulari, frigoriferi, metal detector, ecc….)
E se il farmaco è scaduto?
L’assicurazione di qualità non garantisce che il farmaco mantenga le proprietà terapeutiche anche dopo la data di scadenza indicata. Pertanto sarà opportuno non assumere, come per ogni farmaco, la confezione scaduta.
E’ una novità?
No. E’ utilizzato a Cuba da lungo tempo. Era stato casualmente notato che chi era stato morso da Rophalurus junceus, o Scorpione azzurro (che in realtà è arancione), riscontrava dei benefici di rilievo in termini di dolori o stati infiammatori. Da qui un biologo di Guantanamo, il Dott. Misael Bordier ha scoperto le proprietà terapeutiche del veleno.
Da chi viene prodotto?
Escozul è preparato da Labiofam, una azienda statale cubana. E’ in tale sede che avviene la distribuzione del farmaco. LABIOFAM è la struttura autorizzata a produrlo dal Ministero della salute Pubblica di Cuba, dal Ministero della Scienza Tecnologia e dell’ambiente, dal Centro statale di controllo farmaceutico e dalla OCPI.
Ma Labiofar non può spedirmi il farmaco?
No
Lo posso reperire anche altrove?
Purtroppo si. Molti sono i produttori artigianali – come segnala il governo cubano – del medicinale, ma no assicurano alcun standard qualitativo pertanto l’utilizzo può risultare estremamente dannoso per l’uomo. Solo Labiofam assicura degli standard qualitativi elevati ed assicura la qualità del prodotto. Lo scorpione azzurro è una specie endemica di Cuba, uno dei paesi di maggior interesse mondiale per biodiversità. Lo scorpione si riproduce nella provincia orientale di Guantanamo e in quella occidentale di Matanzàs.
Il farmaco è sotto brevetto?
No, si tratta di una tossina naturale, pertanto non è possibile ottenere un brevetto. Questo può invece essere registrato se si riesce ad identificare, isolare, purificare e sintetizzare il prodotto. Ma il miscuglio proteico non è ancora stato completamente determinato e le ricerche in campo biotecnologico di Cuba e non, non sono ancora arrivati al raggiungimento dell’obiettivo.
Quanto costa?
Il preparato, Escozul, è gratuito.
Presenta tossicità?
Gli studi tossicologici effettuati non hanno mostrato reazioni avverse (AdR) associate. Non ha mostrato interferenza con altri trattamenti oncologici, bensì un miglioramento delle qualità della vita, attraverso i suoi effetti terapeutici.Gli studi sono stati fatti su oltre 70 mila pazienti, come comunicato dalla rivista cubana Granma nel 2003.
Come mai tutto questo interesse per escozul?
Dal 2004 attraverso i vari forum in rete iniziano a circolare in rete le proprietà di questo medicinale naturale. Vengono anche realizzati alcuni articoli per riviste importanti che raccolgono i dati accumulati, tra cui anche i benefici in termini antinfiammatori e analgesici.
E le vendite che trovo in internet allora?
In qualsiasi forma si presenti la vendita di Escozul, il risultato non cambia: si tratta di una truffa.
Qual è l’opinione degli scienziati della comunità internazionale su tale prodotto? Il farmaco non pare essere responsabile di effetti collaterali. Per questo motivo molti oncologi non vietano associarlo alla terapia tradizionale, che va comunque proseguita, sempre secondo le indicazioni.
Quindi, per procurarmelo devo andare a Cuba?
Si, presso la sede Labiofam. Per il rilascio, è necessaria lo studio della storia clinica del paziente, che pertanto dovrà portare tutta la documentazione medica e tutti i vari esami effettuati atti a determinare lo stato attuale. Se il paziente presenta condizioni cliniche incompatibili con il viaggio, il farmaco potrà essere consegnato ai familiari stretti. In realtà si è visto che il farmaco viene consegnato anche ad amici o conoscenti che presentano la cartella clinica del paziente interessato, ma questa “abitudine” non è comunque presente tra le linee guida che regolano la consegna. Viste le modalità di conservazione è necessario portare con sé una borsa frigo, in modo da tenere refrigerato il farmaco.
ILVIAGGIO
L’unico modo per arrivare a Cuba è con voli di linea o low cost.Ci sono diverse possibilità per arrivare all’Havana, molte compagnie europee e internazionali effettuano voli diretti o con scalo all’aeroporto internazionale Jose Martì, che si trova a circa 25 km dal centro dell’Habana de Cuba.In prima linea c’è l’Empresa Consolidada de Aviacion (CU) la compagnia di bandiera cubana che ha voli diretti Roma-Havana della durata di circa 9 ore.Tra le altre compagnie che arrivano all'Havana ci sono Air France, British Airways, Iberia, KLM e Swiss-Air, tutte effettuano però prima uno scalo in una città europea.I prezzi andata e ritorno partono da circa 850 euro, ma varieranno molto a seconda della compagnia, del periodo di viaggio e di eventuali offerte speciali. E’ facile però che un biglietto per l'Havana arrivi a costare più di 1000 euro.Esistono anche delle compagnie low cost con voli per l’Havana. Tra queste la Blue Panorama offre volo diretto da Roma Fiumicino, Milano Malpensa e Bologna a L’Havana o Santiago de Cuba.Altre compagnie che effettuano voli per l’Havana sono Aeroflot, Air Europe e Air Europa.I prezzi di un biglietto aereo low cost per Cuba sono solitamente compresi tra 650 e 1200 euro circa.Se dovete organizzare tutta la vostra vacanza a Cuba, vi converrebbe prenotare direttamente un pacchetto volo + hotel Havana, in questo modo riuscirete a risparmiare sia sul biglietto aereo che sull’alloggio.


DOCUMENTI ----? Per i cittadini italiani è richiesto il passaporto italiano (con validità di almeno 6 mesi) ed il visto d’ingresso (obbligatorio anche per bambini registrati sul passaporto dei genitori). POLIZZA SANITARIA OBBLIGATORIA
TASSA D’USCITA
Importantissimo : In partenza da Cuba dovrà essere pagata una tassa di imbarco di 25 CUC .


LINGUA --? la lingua ufficiale a Cuba è lo spagnolo, ma anche l’italiano è abbastanza compreso.


VACCINAZIONI --? non bisogna vaccinarsi per alcun tipo di malattia. Dal momento che si tratta di un paese con clima caldo è bene premunirsi di: creme solari, repellenti per gli insetti e disinfettanti intestinali. Inoltre è bene portare ogni tipo di farmaco che possa risultare necessario, poiché lì è estremamente difficile reperirne (tachipirine, imodium, normix, biochetasi, antidolorifici, antibiotici…)

CELLULARI -----? è possibile utilizzare tutti i cellulari con rete GSM (anche se durante le vacanze dovremo poterli spegnere).Wind= cercare operatore unidadTariffe: se chiami da cuba--? 3 euro al minuto e la persona chiamata non pagaSe tichiamano dall’italia tu paghi 1,50 euro al minuto e la persona che ti chiama se ha i minuti non paga, altrimenti 0,50 cent al min + 15 cent di scatto. Internet col telefonino è impraticabile (2,50 al kb!!!

PRESA CORRENTE----? ADATTATORE
La corrente è a 110 volt
Occorre che vi munirsi di un adattatore poichè le prese a Cuba sono generalmente di tipo lamellare.
Acquistatelo prima di partire poichè non sempre è possibile trovarne da quelle parti .




FUSO ORARIO --? -6 ORE DALL’ ITALIA
CLIMA -----------? 20/30 GRADI
MONETA --------? PESOCUBANO (MONEDA NATIONAL) o CUP = MONETA USATA SOLO DAI CUBANI e PESO CONVERTIBLE o CUC = MONETA TURISTICA. (Per 1 euro avrai tra 1,15 e 1,35 Peso convertible; il cambio è molto fluttuante)

INDIRIZZO LABIOFAM
LABIOFAM è in: Avenida Independencia km. 16 1/2 Boyeros, Santiago de las Vegas Havana, Cuba. Telefono: +53 683 3188/683 2151. Dra. Niudys Cruz Zamora, Especialista Grupo Médico LABIOFAM 684-9661,labiofam@ceniai.inf.cu. Orario per le chiamate: dalle 10 am alle 2 pm.
Da qualche settimana però la distribuzione per i soli Italiani si effettua presso Municipio Arroyo Naranjo, 100 y Ojo de Agua, orario dal Lunedì al Giovedì dalle 8 di mattina.

I numeri telefonici a cui si consiglia di chiamare sono: 0053 07 6802528, 6802500 e 6802503


DOCUMENTI NECESSARI PER RITIRARE L’ESCOZUL:
1)il proprio passaporto;
2)fotocopia della carta d’identità propria e del paziente;
3)delega firmata dal paziente;
4)riassunto delle condizioni cliniche del paziente e delle terapie effettuate ed in atto;
5) ultime analisi del sangue.


SE NON CI SI PUO’ RECARE A CUBA
È possibile mettersi in contatto con gruppi di persone che si organizzano per condividere le spese
(ad es http://www.facebook.com/group.php?gid=46672983298 o http://www.facebook.com/pages/Escozul-nuovo-farmaco-cubano-sara-vero-Testimonianze/110163605709502 )

Voglio comunque precisare che la guida non è altro che un copia&incolla delle varie notizie relative all'argomento che si possono reperire in rete, così da formare un compendio unico e fruibile.
In particolare, la prima parte è ripresa dal sito This is Cuba (thisiscuba.net) e propriamente da un articolo redatto dal dott. Luca Sterza.

...una buona serata a tutti voi.

Nessun commento: