domenica 14 febbraio 2010

Un "Buon San Valentino" un po' particolare...

Oggi è San Valentino, come tutti sapete, la festa degli innamorati...
In questo giorno c'è chi è felice per il rapporto con il proprio partner, c'è chi si augura di essere ricambiato nell'amore, c'è perfino chi si augura di potersi amare...

C'è un blog.
Questo blog ha un post.
Qesto post ha un commento, spuntato ieri sera alle 22:32.
Chi scrive è FRA:



"C'ho provato ad essere felice , così come sono , ma non ci sono riuscita , e mi ritrovo qui il 13 febbraio 2010 a capire se c'è ancora una possibilità per stare bene prima di rifugiarsi ancora nel " non mangio più e vaffanculo a tutti " . Domani è San Valentino , e ho una tenera invidia per tutte quelle ragazze sane , che domani saranno venute a prendere dal proprio amore per andare a cena , felici con quella luce negli occhi , che le fà sentire fortunate , che le fanno avere la paura di morire , quel tuffo al cuore se una macchina ti viene in contro , e invece per le ragazze come me la morte a volte sembra non una soluzione ma qualcosa per smettere di soffrire , così non è . Perchè vivere nonostante tutto è ciò che abbiamo il dovere di fare . Non credo ai lieti fini , ne per me ne per molte persone , credo però che si deve provare in tutti i modi possibili a essere degni del posto che occupiamo . Ho tanto bisogno di amarmi, tanto , non so come si faccia , non so neanche che significa l'emozione di essere amati , l'ho solo guardato , non l'ho mai provato su di me .Le barriere tra me e gli altri sono così basse , ma così sempre maledettamente presenti . Qualcosa ragazze deve essere andato storto nelle nostre vite , non so cosa , ognuno ha il suo , ma di una cosa sono certa che la colpa non è nostra , l'unica colpa che abbiamo è quella di aver permesso a quel qualcosa o a quel qualcuno di continuare nel tempo a ferirci , a toglierci ogni giorno un pezzetto di vita , non è tanto il presente il problema ,c'è sempre tempo per recuperare , il problema è la totale assenza nei nostri cuori di percepire il futuro come un dono . Neanche so che cosa sia il futuro , so di essere intelligente , eppure il mio cervello è completamente atrofizzato da quel senso profondo e lacerante di dover meritare amore e attenzioni , e per meritarlo si pensa al dover essere affascinanti anche nella malattia . Le altre persone non possono capire , perchè finchè non lo si prova addosso è impossibile anche solo percepire quest'angoscia . Per noi non c'è ferie , non c'è festa , non c'è riposo . Ma ragazze , non vi conosco , ma nel cuore siete care amiche , spero solo per me e per tutte voi che nonostante questo buco nero in cui abitiamo , ci sia sempre a far luce se pur piccola la speranza che prima o poi nel buio lo troveremo qualcuno per noi , forse quel qualcuno potrebbe proprio essere la parte più innocente di tutti noi , che riuscirà a staccarsi da tutto ciò per prenderci in braccio e portarci al di là del buio pesto , non nella luce bianca dove tutto è perfetto anche quello sarebbe innaturale , ma in un posto che assomigli il più possibile alla realtà , in cui poter vivere e agire nel bene per noi stessi e per le persone che tanto amiamo , anche se non possono capire . Vi abbraccio dal profondo di me , vorrei che foste qui , a parlare su come insieme potercela fare . Vi voglio bene . Ma vi prego vi scongiuro nonostante i percorsi difficili del cervello , tenetevi attaccate alla speranza di farcela , e soprattutto che qualcuno prima o poi ci vedrà bellissime . Perchè noi siamo bellissime , in ogni vostra parola c'è tanta bellezza , anche in quelle più dure , anche in quelle che facilmente sollevano il giudizio , sono belle siete belle perchè c'è dolore ma nel dolore c'è sempre e comunque il cuore , e chi ce l'ha è bello, e se solo riuscissimo ad accorgercene , lo diventremmo anche nel nostro specchio . Un grande in bocca a lupo a tutte".

...chiaramente il commento è tratto da un blog pro-ANA. (http://proanapersempre.blogspot.com/2008/08/la-vita-bella.html)

Un augurio a tutti noi.

4 commenti:

Avv. Rosanna Tafanelli ha detto...

Sono tante le creature che non si amano.

Ti ringrazio per avermici fatto pensare proprio oggi, giornata mediatica dell'amore al cioccolatino.

Spero che parlarne, per loro e per noi, sia il mezzo migliore per sconfiggere il mostro.

La parola da millenni è guaritrice.

Un bacio,Rosanna.

CyberMaster ha detto...

...un forte abbraccio a te Rosanna!

Anonimo ha detto...

cara fra, bisogna uscire dagli schemi per trovare la soluzione.le feste a volte sono dei killer dell'anima ma anche delle opportunità per riflettere sull'ipocrisia...vivere ogni giorno come una festa, vivere una festa come un giorno qualsiasi, senza perdere un solo obiettivo: l'amore per se stessi.divenire ossessivi del proprio benessere, difendere i propri confini dagli attacchi del sistema che ci vuole tristi. vivere la propria tristezza e conviverci intimamente ascoltandone il grido e fare spazio alle soluzioni creative.affrontare il deserto con coraggio e con l'umiltà di farsi aiutare. grazie per la tua testimonianza, è carica di potenzialità e pulsante di vita. ti.

zoé ha detto...

Mister,
hai fatto benissimo a postare questa testimonianza: davvero signficativa .. Non aggiungo altro, sarebbe superfluo. Ma grazie.

Buona Giornata,Zoe.