mercoledì 31 dicembre 2008

Fabrizio si racconta...

Quando mi è stato chiesto di scrivere un pezzo sulle sensazioni che provavo, sul mio stato d’animo, nel vivere il mio disturbo o, se volessimo dargli una connotazione meno mostruosa, malessere borderline, ho subito accettato; vuoi perché la persona che me l’ha chiesto mi è simpatica e la reputo ogni giorno di più un amico, vuoi perché c’è in me un forte impulso nel condividere quella che per me è una scoperta quotidiana, e come leggerete tra poco, non sempre piacevole.
Mi chiamo Fabrizio, ho 31 anni (compiuti il 18/12 in ospedale, è il secondo anno di fila che li “festeggio” in ospedale!) e sono, come avete già capito “border”. Ma cosa significa esattamente? Non temete non vi farò lo “spiegone” dottissimo di qualche psichiatra, vi dirò quelle che sono le mie sensazioni, semplicemente.
Sin da piccolo sono stato un bambino con una spiccata sensibilità, sensibilità verso gli altri,nell’elaborare il loro vissuto, ad empatizarre direbbero i medici, ma questa mia dote si è rivelata ben presto un’arma a doppio taglio.
Essere così aperto verso l’esterno, tanto da lasciarsi “contaminare” e provare a “contaminare”, mi ha sovra-esposto agli attacchi più o meno volontari degli altri, somatizzandoli, e spesso e volentieri, vivendoli come veri e propri traumi, minando così la mai personalità, come un marchio indelebile.
Incominciai a vedere nel prossimo, non più una fonte di arricchimento, bensì un potenziale nemico.
Immaginate, nervi a fior di pelle, iper-vigile verso tutto e tutti, in una parola: un inferno.
Non c’era niente che mi desse piacere, quando lo provavo durava poco, ero così instabile emotivamente, dal pensare che tutto fosse effimero, che il piacere fosse davvero solo l’attenuazione del dolore, durava un attimo, poi svaniva, e con esso il suo miraggio, la sua ombra.
Crescendo trasformai la mia estroversione in introversione, i rapporti con il mondo esterno erano ridotti ai minimi termini, ma mantenevo ancora un apparente equilibrio, fino al giorno in cui, un’esperienza assai dolorosa, quale la morte di mio fratello maggiore, segnò la linea di confine.
Da allora è un continuo andirivieni da e oltre questo confine, quasi come se non sapessi decidermi da quale parte di territorio, delimitati da questa linea, volessi stare; stando sempre lì in bilico, come un funambolo che soffre di vertigini, che prova a stare in equilibrio su di una fune sospesa da terra.
Ed è questa ora la mia sensazione, io acrobata, funambolo, affetto da “vertigini della vita”.
Spesso queste vertigini sono state così forti da farmi non solo vacillare, ma addirittura cadere!
Io non so se per miracolo, o per qualcos’altro, sono ancora qui, nonostante alcuni tentativi di suicidio, sul mio letto d’ospedale, a raccontarvi queste cose; quello che voglio dirvi è che sicuramente fino ad oggi mi sono fatto guidare dalla rabbia (tanta e cieca, verso tutto e tutti), dal mio orgoglio (posso farcela da solo, non ho bisogno né dei medici, né dei farmaci) e l’unico risultato che ho ottenuto sono tentativi di suicidio, ricoveri coatti (t.s.o.) e tanta, tanta sofferenza.
Cosa fare allora? Beh, questa deve essere la scoperta della mia vita, della vita di ognuno di noi, la ricerca della felicità (parafrasando anche un po’ il titolo di un film) dello star bene, ma non per se stessi (solipsismo) bensì, partendo dal nostro benessere, dello star bene in mezzo agli altri, perché l’uomo, in senso lato, non è nato per vivere da solo ma, per dirla come don Ciotti, per “contaminarsi” positivamente .
L’augurio che mi faccio per il nuovo anno è di concedermi sempre una possibilità, anche quando sembra improbabile, l’augurio che faccio a tutti (me compreso) è di iniziare questa ricerca, non importa se non giungeremo mai alla meta, conta già essere in viaggio!
Buona ricerca a tutti!
Fabrizio

...nulla da aggiungere...se qulacuno volesse mandarmi un suo scritto, sarò ben lieto di pubblicarlo...
In bocca al lupo Fabri!

Martian child...



...film fantastico...appena visto e subito mi sono innamorato.
Della stessa portata emozionale e psicologica di Reign Over Me, che tanto avete apprezzato.
Non leggete la trama.
Non guardate il trailer.
Non informatevi riguardo il cast e il regista.
Bevètelo e basta.
...e poi ditemi se vi ha deluso...

martedì 30 dicembre 2008

Emozioni bipolari...



...come al solito, non voglio riportare i sintomi, la diagnosi, la terapia di una malattia...queste cose le trovate dappertutto...queste informazioni le trovate nei siti che spingono all'autodiagnosi, pratica tanto diffusa quanto deleteria nell'universo di internet...


"...un ossimoro vivente, in costante ricerca di equilibrio"...ho letto da qualche parte... semplice locuzione, efficace spiegazione... l'instabilità emotiva è l'elemento caratterizzante di questo disturbo: questi ragazzi hanno la costante sensazione di poter cadere in un baratro o di euforizzarsi troppo...sono sempre sul filo degli opposti..."troppo sù, troppo giù..." mi si raccontava...

domenica 28 dicembre 2008

Profumo di vento...



...l'ho scritta un po' di tempo fa.


Profumo di vento

Corre veloce
Il vento
Attraverso
Vite e affanni
Porta sguardi
Celati da una finestra
Profumo di cibo
Di festa
Di pioggia
Di terra
Di gelsomino
Porta musiche
E strilli
Ambasciatore
Di carezze
Di chiacchiere
Rialto tra i pensieri
Lazzaretto di sogni
Apre porte
E porta via
Il vento
Emozioni
In un vortice
Di echi sospirati.

mercoledì 24 dicembre 2008

Buon Natale!



...un grossissimo abbraccio agli amici, ai lettori e ai semplici passanti...

martedì 23 dicembre 2008

Ecco cos'è l'anoressia...





...non è una dea, non è uno stile di vita, non è un modello, non è una moda, non è uno scherzo, non è un movimento, non è una foto... è una malattia, che può anche farti sparire, in tutti i sensi...

...aggiornamento delle 23:54...
...vi posto il video realizzato dall'amica Veggie... il link al suo blog lo trovate in basso a destra tra i "cyberfriends"...guardatelo fino alla fine e lasciate i complimenti alle nostre Guerriere...

lunedì 22 dicembre 2008

Internet Addiction Disorder (Internet-dipendenza)



...disturbo che entrerà nel DSM-V e che striscia sottopelle, complice la misconoscenza del fenomeno...

Una spiegazione semplificata qui:
http://it.wikipedia.org/wiki/Internet_dipendenza

...il test di Kimberly S. Young per una autovalutazione qui:
http://www.siipac.it/newaddictions/testinternetaddictiondisorder.htm

...e attenti con le autovalutazioni, non sempre sono esatte... non è un gioco questo, se avete insicurezze rivolgetevi sempre allo specialista...

Una buona settimana a voi.

sabato 20 dicembre 2008

NeuroVR...il corso e la locandina...



...se ci cliccate si ingrandisce!


Programma corso di formazione sul software NeuroVR
Palermo, 16-17 Febbraio 2009
Giorno 1
Ore 9.30 Breve introduzione al corso e descrizione
delle attività
Ore 9.45 Introduzione alla Realtà Virtuale: cenni
storici, razionale e principali utilizzi clinici
Ore 10.30 Hardware e Software per l’utilizzo della
Realtà Virtuale
Ore 11.00 Pausa
Ore 11.30 NeuroVR: la navigazione, l’editor e il
player (con prova pratica dell’Head Mounted
Display e degli strumenti di navigazione per tutti i
partecipanti)
Ore 13.00 Pausa pranzo
Ore 14.30 Utilizzare NeuroVR:
- Installazione hardware e software
- L’editor
- Il player
- La personalizzazione degli ambienti: immagini,
audio, e video
- La preparazione delle immagini 2d: requisiti delle
immagini, edizione e inserimento in
NeuroVR
- La preparazione dei video: le riprese, l’edizione e
l’inserimento dei file video in NeuroVR
- La preparazione dell’audio: registrazione, editing
e inserimento in NeuroVR
Ore 18.30 Conclusione prima giornata
Giorno 2
Ore 9.30 Presentazione di protocolli clinici basati
sull’utilizzo di NeuroVR
Ore 10.15 Question & Answer e Brain Storming con
i partecipanti
Ore 11.00 Pausa
Ore 11.30 Suddivisione in gruppi e assegnazione di
una prova pratica (formulazione di un
protocollo clinico basato sull’utilizzo della realtà
virtuale)
Ore 12.30 Pausa pranzo
Ore 14.00 Suddivisione in gruppi e assegnazione di
una seconda prova pratica (creazione di
un ambiente virtuale sotto la supervisione dei
docenti)
Ore 15.30 Pausa
Ore 16.00 Breve panoramica degli strumenti di
assistenza sul web
Ore 17.00 Chiusura dei lavori
Docenti
- Alessandra Gorini: psicologa, ricercatrice
- Cinzia Vigna: esperta audio-video
Durata del corso
2 giorni
Costo Iscrizione
Destinatari
- psicologi
- medici psichiatri
- eventuali altre figure professionali da
concordare sulla base delle necessità della
struttura in cui si svolge il corso
€ 100
Obiettivi
Il presente corso si propone di istruire psicologi e psichiatri all’utilizzo di neuro (www.neurovr.org),
software open source gratuito, per la creazione e l’utilizzo di ambienti virtuali. NeuroVR è stato
pensato per offrire a tutti i ricercatori e clinici interessati, la possibilità di utilizzare ambienti virtuali
totalmente costumizzabili in base alle necessità ealle caratteristiche delle diverse tiplogie di pazienti
che si vogliono trattare. Le due componenti del software (editor e player) sono di facile utilizzo e
possono essere gestite da chiunque possieda competenze di base in ambito informatico.
Il corso prevede una parte teorica e una parte pratica, in cui i partecipanti potranno provare in prima
persona a creare ambienti virtuali con la supervisione dei docenti.
A tutti i partecipanti verrà fornito materiale cartaceo contenente indicazioni sugli argomenti
trattati.
Segue breve CV dei docenti.
I DOCENTI
Dott.ssa Alessandra Gorini
Alessandra Gorini, nata nel 1976, si è laureata in Psicologia, presso l’Università Vita e Salute San
Raffaele di Milano. Ha successivamnente conseguito un master in Neuropsicologia clinica presso
l’Università di Padova e un Master in Affective Neuroscience presso l’Università di Maastricht
(Olanda) dove sta attualmente concludendo un PhD in Affective Neuroscience. Per alcuni anni ha
svolto attività clinica e di ricerca nell’ambito della neuroimmagine funzionale presso l’ospedale San
Raffaele di Milano, e attualmente collabora con l’Istituto Auxologico Italiano dove si occupa di
studiare le applicazioni cliniche della realtà virtuale e delle nuove tecnologie, in generale.
Ha pubblicato i seguenti articoli su riviste internazionali:
1. Cavedini P., Ubbiali A., Gorini A., Zorzi C., Bassi T., Giordani S., D'Annucci A.: The contribution of
neuropsychological and clinical-epidemiological variables in the prediction of treatment outcome in
obsessive-compulsive disorder. European Neuropsycopharmacology, 2002; 12 (supplement 3): 359-
359.
2. Cavedini P., Zorzi C., Ubbiali A., Gorini A., D’Annucci A., Bassi T., Baraldi C., Giordani S.: The
neurophysiology of decision-making in obsessive-compulsive disorder (12th Annual Rotman Institute
Abstracts). Brain and Cognition, 2003; 51(2): 236-237.
3. Carlesimo G.A., Turriziani P., Paulesu E., Gorini A., Caltagirone C., Fazio F., Perani D.: Brain
activity during intra-modal and cross-modal priming: new empirical data and review of the literature.
Neuropsychologia, 2004; 42 (1): 14-24.
4. Canessa N., Gorini A., Cappa S., Piattelli-Palmarini M., Danna M., Fazio F., Perani D.: The effect
of social context on deductive reasoning: an fmri study. Human Brain Mapping, 2005; 26: 30-43.
5. Cavedini P., Gorini A., Bellodi L.: Understanding obsessive-compulsive disorder: focus on
decision-making. Neuropsychology Review, 2006; 16 (1): 3-15.
6. Cavedini P, Zorzi C., Bassi T., Gorini A., Baraldi C., Ubbiali A., Bellodi L.: Decision making
functioning as a predictor of treatment outcome in anorexia nervosa. Psychiatry Research, 2006; 145
(2-3): 179-187.
7. Gorini A., Gaggioli A., Riva G.: Virtual worlds, real healing. Science, 2007; 318 (5856): 1549.
8. Gorini A., Riva G.: Virtual reality in anxiety disorders: the past and the future. Expert Review in
Neurotherapeutics., 2008; 8 (2): 215-233.
9. Perna G., Favaron E., Biffi S., Liperi L., Namia C., Gorini A., Cavedini P., Bellodi L.: Pavlovian fear
conditioning in panic disorder. Submitted.
10. Gorini A., Riva G.: The potential of Virtual Reality as anxiety management tool: a randomized
controlled study in a sample of patients affected by Generalized Anxiety Disorder. Trials, 2008; 9 (25):
1-9.
11. Perani D., Garibotto V., Gorini A., Moresco RM., Henin M., Panzacchi A., Matarrese M.,
Carpinelli A., Bellodi L., Fazio F.: In vivo PET study of 5-HT2A serotonin and D2 dopamine receptors
in naive obsessive compulsive patients. NeuroImage, 2008; 42 (1): 306-314.
12. Manzoni M., Gorini A., Preziosa A., Pagnini F., Castelnuovo G., Molinari E., Riva G.: New
technology and relaxation: an esplorative study on obese patients withe emotional eating. Journal of
Cybertherapy and Rehabilitation, 2008; 1 (2): 182-192
13. Gorini A., Gaggioli A., Vigna C., Riva G.: A Second Life for Telehealth: Prospects for the Use of
3-d virtual worlds in clinical psychology. Journal of Medical Internet Research, 2008; 10 (3).
È inoltre autrice dei seguenti libri: - Erzegovesi S., Gorini A.: Bella come sei. Affrontare la bulimia.
Edizioni San Paolo, Milano, 2004. Edizione polacca (2004); edizione spagnola (2005).
- Gorini A.: La memoria: una, nessuna, centomila. Edizioni San Paolo, Milano, 2006.
E curatrice di:
- Piattelli-Palmarini M. (a cura di Gorini A. and Canessa N.): Manuale di Scienze Cognitive. Einuadi,
Torino, 2008.
E dei seguenti capitoli di libri:
- Cavedini P., Gorini A., Bassi T., Zorzi C., Bellodi L.: A neuropsychological investigation of
decisional processes in obsessive-compulsive spectrum disorders in Progress in Obsessive-
Compulsive Disorder Research. Nova Science Publishers, Inc. 2005.
- Bellodi L., Gorini A.: La memoria in Manuale di Psicopatologia curato da Bellodi L. Masson, 2005.
- Bellodi L., Gorini A.: L’attenzione in Manuale di Psicopatologia curato da Bellodi L. Masson, 2005.
- Bellodi L., Gorini A.: La coscienza in Manuale di Psicopatologia curato da Bellodi L. Masson, 2005.
- Tundo, A., Bellodi L., Gorini A., Mauri, M.: I disturbi di personalità in Psicopatologiae Clinica
Psichiatrica curato da Cassano G.B., Tundo A. Utet, 2006.
Cinzia Vigna
Cinzia Vigna, nata nel 1972, ha conseguito il Diploma di Perito Aziendale e Corrispondente in Lingue
Estere ed è attualmente laureanda in Scienze politiche all’Università di Pavia. Dal 2007 a oggi, è
responsabile delle attività multimediali dell’Applied Technology for NeuroPsychology Lab (ATNP-Lab)
dell’Istituto Auxologico Italiano, dove si occupa della produzione di documenti video, audio, siti web e
grafica (alcune delle sue recenti produzioni video sono reperibili su: www.youtube.com, nome utente
TIVINA.
Dal 2002 al 2007 ha lavorato come operatrice di ripresa, regia, ricerca storica per la produzione di
documentari. Nel 2003 ha prodotto “Cittazioni: un caso di public art a Milano” (soggetto, regia e
realizzazione).
Dal 2001 al 2004 è stata Knowledge Worker in team, con compiti di gestione della facilitazione dei
processi decisionali.
Competenze tecniche
- Uso professionale di telecamere digitali (qualifica di operatore di ripresa da corso ENAIP Milano)
- Programmi di montaggio video Premiere
- Programmi per la grafica Photoshop
- Programmi per la costruzioni di siti web Dreamweaver e Flash
- Gestione della piattaforma di streaming www.tvina.it (web TV)

venerdì 19 dicembre 2008

Programma del corso sulla NeuroVR...

UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI PALERMO
FACOLTA’ DI MEDICINA E CHIRURGIA
DIPARTIMENTO DI NEUROSCIENZE CLINICHE
Sezione di Psichiatria
Responsabile: Prof. Daniele La Barbera
Via G. La Loggia, 1-90129 PALERMO
Tel. 091/6555164 -Fax 091/6555165
labadan@unipa.it





Programma corso di formazione sul software NeuroVR

Palermo, 16-17 Febbraio 2009

Giorno 1
Ore 9.30 Breve introduzione al corso e descrizione delle attività
Ore 9.45 Introduzione alla Realtà Virtuale: cenni storici, razionale e principali utilizzi clinici
Ore 10.30 Hardware e Software per l’utilizzo della Realtà Virtuale
Ore 11.00 Pausa
Ore 11.30 NeuroVR: la navigazione, l’editor e il player (con prova pratica dell’Head Mounted
Display e degli strumenti di navigazione per tutti i partecipanti)
Ore 13.00 Pausa pranzo
Ore 14.30 Utilizzare NeuroVR:
- Installazione hardware e software
- L’editor
- Il player
- La personalizzazione degli ambienti: immagini, audio, e video
- La preparazione delle immagini 2d: requisiti delle immagini, edizione e inserimento in
NeuroVR
- La preparazione dei video: le riprese, l’edizione e l’inserimento dei file video in NeuroVR
- La preparazione dell’audio: registrazione, editing e inserimento in NeuroVR
Ore 18.30 Conclusione prima giornata

Giorno 2
Ore 9.30 Presentazione di protocolli clinici basati sull’utilizzo di NeuroVR
Ore 10.15 Question & Answer e Brain Storming con i partecipanti
Ore 11.00 Pausa
Ore 11.30 Suddivisione in gruppi e assegnazione di una prova pratica (formulazione di un
protocollo clinico basato sull’utilizzo della realtà virtuale)
Ore 12.30 Pausa pranzo
Ore 14.00 Suddivisione in gruppi e assegnazione di una seconda prova pratica (creazione di
un ambiente virtuale sotto la supervisione dei docenti)
Ore 15.30 Pausa
Ore 16.00 Breve panoramica degli strumenti di assistenza sul web
Ore 17.00 Chiusura dei lavori







Docenti
- Alessandra Gorini: psicologa, ricercatrice
- Cinzia Vigna: esperta audio-video
Durata del corso
2 giorni
Destinatari
- psicologi
- medici psichiatri
- eventuali altre figure professionali da concordare sulla base delle necessità della
struttura in cui si svolge il corso
Obiettivi
Il presente corso si propone di istruire psicologi e psichiatri all’utilizzo di neuro
(www.neurovr.org), software open source gratuito, per la creazione e l’utilizzo di ambienti
virtuali. NeuroVR è stato pensato per offrire a tutti i ricercatori e clinici interessati, la
possibilità di utilizzare ambienti virtuali totalmente costumizzabili in base alle necessità e
alle caratteristiche delle diverse tiplogie di pazienti che si vogliono trattare.
Le due componenti del software (editor e player) sono di facile utilizzo e possono essere
gestite da chiunque possieda competenze di base in ambito informatico.
Il corso prevede una parte teorica e una parte pratica, in cui i partecipanti potranno
provare in prima persona a creare ambienti virtuali con la supervisione dei docenti.
A tutti i partecipanti verrà fornito materiale cartaceo contenente indicazioni sugli argomenti
trattati.
Segue breve CV dei docenti.




I DOCENTI
Dott.ssa Alessandra Gorini
Alessandra Gorini, nata nel 1976, si è laureata in Psicologia, presso l’Università Vita e
Salute San Raffaele di Milano. Ha successivamnente conseguito un master in
Neuropsicologia clinica presso l’Università di Padova e un Master in Affective
Neuroscience presso l’Università di Maastricht (Olanda) dove sta attualmente
concludendo un PhD in Affective Neuroscience. Per alcuni anni ha svolto attività clinica e
di ricerca nell’ambito della neuroimmagine funzionale presso l’ospedale San Raffaele di
Milano, e attualmente collabora con l’Istituto Auxologico Italiano dove si occupa di studiare
le applicazioni cliniche della realtà virtuale e delle nuove tecnologie, in generale.
Ha pubblicato i seguenti articoli su riviste internazionali:
1. Cavedini P., Ubbiali A., Gorini A., Zorzi C., Bassi T., Giordani S., D'Annucci A.: The
contribution of neuropsychological and clinical-epidemiological variables in the
prediction of treatment outcome in obsessive-compulsive disorder. European
Neuropsycopharmacology, 2002; 12 (supplement 3): 359-359.
2. Cavedini P., Zorzi C., Ubbiali A., Gorini A., D’Annucci A., Bassi T., Baraldi C.,
Giordani S.: The neurophysiology of decision-making in obsessive-compulsive
disorder (12th Annual Rotman Institute Abstracts). Brain and Cognition, 2003;
51(2): 236-237.
3. Carlesimo G.A., Turriziani P., Paulesu E., Gorini A., Caltagirone C., Fazio F.,
Perani D.: Brain activity during intra-modal and cross-modal priming: new empirical
data and review of the literature. Neuropsychologia, 2004; 42 (1): 14-24.
4. Canessa N., Gorini A., Cappa S., Piattelli-Palmarini M., Danna M., Fazio F., Perani
D.: The effect of social context on deductive reasoning: an fmri study. Human Brain
Mapping, 2005; 26: 30-43.
5. Cavedini P., Gorini A., Bellodi L.: Understanding obsessive-compulsive disorder:
focus on decision-making. Neuropsychology Review, 2006; 16 (1): 3-15.
6. Cavedini P, Zorzi C., Bassi T., Gorini A., Baraldi C., Ubbiali A., Bellodi L.: Decision
making functioning as a predictor of treatment outcome in anorexia nervosa.
Psychiatry Research, 2006; 145 (2-3): 179-187.
7. Gorini A., Gaggioli A., Riva G.: Virtual worlds, real healing. Science, 2007; 318
(5856): 1549.
8. Gorini A., Riva G.: Virtual reality in anxiety disorders: the past and the future.
Expert Review in Neurotherapeutics., 2008; 8 (2): 215-233.
9. Perna G., Favaron E., Biffi S., Liperi L., Namia C., Gorini A., Cavedini P., Bellodi L.:
Pavlovian fear conditioning in panic disorder. Submitted.
10. Gorini A., Riva G.: The potential of Virtual Reality as anxiety management tool: a
randomized controlled study in a sample of patients affected by Generalized
Anxiety Disorder. Trials, 2008; 9 (25): 1-9.
11. Perani D., Garibotto V., Gorini A., Moresco RM., Henin M., Panzacchi A.,
Matarrese M., Carpinelli A., Bellodi L., Fazio F.: In vivo PET study of 5-HT2A
serotonin and D2 dopamine receptors in naive obsessive compulsive patients.
NeuroImage, 2008; 42 (1): 306-314.
12. Manzoni M., Gorini A., Preziosa A., Pagnini F., Castelnuovo G., Molinari E., Riva
G.: New technology and relaxation: an esplorative study on obese patients withe
emotional eating. Journal of Cybertherapy and Rehabilitation, 2008; 1 (2): 182-192
13. Gorini A., Gaggioli A., Vigna C., Riva G.: A Second Life for Telehealth: Prospects
for the Use of 3-d virtual worlds in clinical psychology. Journal of Medical Internet
Research, 2008; 10 (3).
È inoltre autrice dei seguenti libri:
- Erzegovesi S., Gorini A.: Bella come sei. Affrontare la bulimia. Edizioni San Paolo,
Milano, 2004. Edizione polacca (2004); edizione spagnola (2005).
- Gorini A.: La memoria: una, nessuna, centomila. Edizioni San Paolo, Milano, 2006.
E curatrice di:
- Piattelli-Palmarini M. (a cura di Gorini A. and Canessa N.): Manuale di Scienze
Cognitive. Einuadi, Torino, 2008.
E dei seguenti capitoli di libri:
- Cavedini P., Gorini A., Bassi T., Zorzi C., Bellodi L.: A neuropsychological
investigation of decisional processes in obsessive-compulsive spectrum disorders
in Progress in Obsessive-Compulsive Disorder Research. Nova Science
Publishers, Inc. 2005.
- Bellodi L., Gorini A.: La memoria in Manuale di Psicopatologia curato da Bellodi L.
Masson, 2005.
- Bellodi L., Gorini A.: L’attenzione in Manuale di Psicopatologia curato da Bellodi L.
Masson, 2005.
- Bellodi L., Gorini A.: La coscienza in Manuale di Psicopatologia curato da Bellodi L.
Masson, 2005.
- Tundo, A., Bellodi L., Gorini A., Mauri, M.: I disturbi di personalità in Psicopatologia
e Clinica Psichiatrica curato da Cassano G.B., Tundo A. Utet, 2006.
Cinzia Vigna
Cinzia Vigna, nata nel 1972, ha conseguito il Diploma di Perito Aziendale e
Corrispondente in Lingue Estere ed è attualmente laureanda in Scienze politiche
all’Università di Pavia. Dal 2007 a oggi, è responsabile delle attività multimediali
dell’Applied Technology for NeuroPsychology Lab (ATNP-Lab) dell’Istituto Auxologico
Italiano, dove si occupa della produzione di documenti video, audio, siti web e grafica
(alcune delle sue recenti produzioni video sono reperibili su: www.youtube.com, nome
utente TIVINA.
Dal 2002 al 2007 ha lavorato come operatrice di ripresa, regia, ricerca storica per la
produzione di documentari. Nel 2003 ha prodotto “Cittazioni: un caso di public art a
Milano” (soggetto, regia e realizzazione).
Dal 2001 al 2004 è stata Knowledge Worker in team, con compiti di gestione della
facilitazione dei processi decisionali.
Competenze tecniche
- Uso professionale di telecamere digitali (qualifica di operatore di ripresa da corso
ENAIP Milano)
- Programmi di montaggio video Premiere
- Programmi per la grafica Photoshop
- Programmi per la costruzioni di siti web Dreamweaver e Flash
- Gestione della piattaforma di streaming www.tvina.it (web TV)

giovedì 18 dicembre 2008

Psicologia Dinamica...



Oggi amici vi segnalo questo sito, già presente tra i links:

http://www.psicologia-dinamica.it/

...ci sono le immagini dell'8 Seminario Itinerante sull' Immaginario Simbolico tenutosi tra il 13 e il 20 settembre 2008...

Potete trovarci un sacco di materiale tra PowerPoints e video.

...tra i relatori trovate il Prof. Daniele La Barbera, che fa parte dello staff di questo sito tra le altre cose, presidente della I.RI.S di Palermo (Istituto per la Ricerca Simbolica), che promuoverà nel 2009 una serie di incontri su diversi temi... come vi avevo detto al link seguente:

http://psichiatriaecybertherapy.blogspot.com/2008/11/incontri.html



...buona giornata a tutti!

martedì 16 dicembre 2008

ADHD...

Vi segnalo questo corso di formazione multidisciplinare...

"ADHD: nuove prospettive terapeutiche e di presa in carico"

...si terrà il 20 DICEMBRE
AULA MAGNA corso discipline infermieristiche
PAD. CHIRURGIA 4 piano
OSPEDALE CIVICO (PALERMO)

U.O.C. di Neuropsichiatria infantile
Direttore: Dott.ssa Francesca Vanadia

...per maggiori informazioni:
www.fimppalermo.org

venerdì 12 dicembre 2008

Chi aspetta il sole...

...ultimo giorno faticativo?...lavorativo?...ultimo giorno prima del weekend.
Andate nella playlist in basso a destra, aspettate che carichi, mettetela in pausa...
Ora potete fare partire il video.
Neffa (quello passato dall'hiphop al pop) in "Aspettando il sole"...scommetto che la conoscete, anche voi fan del Blasco...



...c'è chi aspetta il sole, c'è chi aspettando il sole si rifugia nella dopa...c'è chi aspettando il sole non si rende conto più di cosa stia aspettando, c'è chi non ricorda più cosa sia il sole...
C'è chi spera che il sole arrivi di nuovo, lavorando, perchè ricorda quanto sia dolce. C'è chi perde le speranze. C'è chi si aiuta.
C'è chi scrive in un blog e ascolta una canzone per la terza volta...e augura a quelli che lo leggono che ritrovino il loro sole...perchè il sole c'è, basta cercarlo nel modo giusto...
Buona giornata...un abbraccio...

giovedì 11 dicembre 2008

Due pilastri...

Eugen Bleuler ed Emil Kraepelin si interessarono entrambi all'inizio del XX secolo di Schizofrenia.



Bleuler, divenuto direttore del celebre ospedale psichiatrico di Zurigo "Burgholzli" ebbe come allievi gente del calibro di Jung, Abraham, Binswanger, Rorschach...



Kraepelin formulò delle categorizzazioni delle quali ancora si sente l'eco nel moderno DSM, il manuale internazionale su cui si fonda la psichiatria mondiale...

...io stamattina ve li ho presentati, tocca a voi approfondirne la conoscenza...

Vi ricordo che stasera alle 19:00 a Palermo presso il Centro Caracciolo (sito in via Libertà 100) il prof. Daniele La Barbera sarà al centro di un incontro che ha per tema "Il presepe, il mistero e la fiaba: dinamiche del simbolo tra cielo e terra".

Ci vediamo là!

mercoledì 10 dicembre 2008

L' uomo di vetro...



Film stupendo...
Un intreccio di mafia, malattia mentale reale o presunta o indotta o...

E' la storia del primo pentito di mafia, Leonardo Vitale, che nei primi anni '70 traccia l'organigramma dell'organizzazione "mafia", con nomi, cognomi, ruoli...

Stupendo invece l'organigramma dell'animo del protagonista, mirabilmente tracciato da Stefano Incerti, il regista.

Da vedere, ma soprattutto da capire.

Per maggiori info seguite il link in basso:

http://www.cinemaitaliano.info/luomodivetro

...ieri sera ho visto invece "Funny Games", un innocuo e insulso tentativo di ripresa di "Arancia Meccanica", film culto del Kubrick dei migliori anni.
Lodevoli ambientazione e regia... ma trama scontata, recitazione stentata, sceneggiatura pressochè assente.

Infine volevo segnalarvi questo articolo pubblicato sul sito dell' Aipsimed:
http://www.aipsimed.org/?q=node/2950
...si legge col fiato sospeso e col cervello fumante.

Penso che oggi gli spunti siano tanti.
Buona giornata e soprattutto buona vita.

martedì 9 dicembre 2008

La Parola a Kahlil...



Oggi lascio la parola a Kahlil Gibran...per gioco, per diletto...

GRANDEZZA
Il dolore è troppo grande
per regnare in piccoli cuori.
Kahlil Gibran "A treasury of Kahlil Gibran"

PENSIERO
Il pensiero.. è un uccello dell'immenso,
che in una gabbia di parole
puo' anche spiegare le ali, ma non volare.
Kahlil Gibran "Il Profeta"

CANTO DEL CUORE
Il canto della voce è dolce,
ma il canto del cuore
è la pura voce dei cieli.
Kahlil Gibran "A treasury of Kahlil Gibran"

Noi siamo gemelli, Notte,
perchè tu riveli lo spazio e io rivelo la mia anima.
Kahlil Gibran "Il folle"

RICORDO
Non lascio che neanche un singolo fantasma del ricordo
svanisca con le nuvole,
ed è la mia perenne consapevolezza del passato
che causa a volte il mio dolore.
ma se dovessi scegliere tra gioia e dolore,
non scambierei i dolori del mio cuore
con le gioie del mondo intero.
Kahlil Gibran "Self-Portrait"

...mi auguro che la nostra anima sia grande abbastanza da contenere queste parole...Un felice giorno...

sabato 6 dicembre 2008

...una carta...e alcuni diritti...


CARTA DEI DIRITTI DEI DISABILI MENTALI

1.ALLE PERSONE PORTATRICI DI DISAGIO E DISTURBO MENTALE CHE UTILIZZANO PRESTAZIONI E SERVIZI DEL D.S.M. IN QUALSIASI CIRCOSTANZA E IN QUALSIASI MOMENTO DEVE ESSERE GARANTITO L’ACCESSO AI DIRITTI PREVISTI DALLA COSTITUZIONE.

2.NELL’AMBITO DELLE GARANZIE DI CUI AL COMMA 1 IN PARTICOLARE DEVE ESSERE PROMOSSO E GARANTITO L'ACCESSO AI SEGUENTI DIRITTI:
A.DIRITTO DI LIBERA ESPRESSIONE IN OGNI SEDE E IN OGNI AMBITO
B.DIRITTO AL RISPETTO DELLE PROPRIE CONVINZIONI MORALI RELIGIOSE E POLITICHE
C.DIRITTO AL RISPETTO DELLE PROPRIE SCELTE SESSUALI
D.DIRITTO DI COMUNICARE CON CHIUNQUE IN QUALSIASI MOMENTO
E.DIRITTO DI VEDERE RICONOSCIUTE RICERCATE E RAFFORZATE LE PROPRIE ABILITA' E NON SEMPLICEMENTE VEDERE EVIDENZIATE LE DIFFICOLTÀ E LE DISABILITÀ
F.DIRITTO DI ESSERE INFORMATI SU QUALSIASI TRATTAMENTO, DI ESSERE COINVOLTI NELLE DECISIONI CHE POSSONO ESSERE LEGATE ALLA PROPRIA SALUTE E ALLA PROPRIA VITA
G.DIRITTO A NON SUBIRE AZIONI LESIVE DELLA PROPRIA INTEGRITÀ FISICA E DELLA PROPRIA DIGNITÀ, IN PARTICOLARE QUALSIASI MEZZO DI CONTENZIONE FISICA
H.DIRITTO DI VEDERE SODDISFATTI I BISOGNI ELEMENTARI E DI ESSERE SOSTENUTI NELLA RICERCA DI RISPOSTE A BISOGNI DI EMANCIPAZIONE
I.DIRITTO DI SCELTA DELL’ÉQUIPE CURANTE E NELL'AMBITO DI QUESTA DELLE SINGOLE FIGURE PROFESSIONALI
J.DIRITTO DI ASSOCIARSI
K.DIRITTO DI DECIDERE CHE OGNI ATTO DI CURA/MANIPOLAZIONE DEL CORPO SIA FATTO DA OPERATRICI/OPERATORI DELLO STESSO SESSO

3.I SERVIZI DOVRANNO PORRE OGNI ATTENZIONE AL RISPETTO REALE DELLE DIFFERENZE DI GENERE, RAZZA, RELIGIONE, ETNIA, ETÀ, LINGUA, ORGANIZZANDO OVE POSSIBILE RISPOSTE E STRUTTURE ADEGUATE ALL’ESERCIZIO CONCRETO DI TALE ATTENZIONE.

Trovata nell'ambito del seguente sito:

http://xoomer.alice.it/andreamazzeo/index.html

...e meritevole di pubblicazione...

Buon weekend a tutti...

giovedì 4 dicembre 2008

Gente di Second Life...

...
Si fa un gran parlare per ora degli utenti di Second Life... gli utenti italiani aumentano e aumenta pure l'interesse per questa community... un "metaverso" come molti lo definiscono.
In molti, esperti e non, si chiedono come mai certa gente usi questo programma, quasi discriminando chi ha una "seconda vita"... veramente in pochi hanno una reale voglia di capire quello che viene additato come un "fenomeno", ma che in realtà non lo è a mio modesto avviso...
Innanzitutto bisogna separare il giudizio di chi guadagna con SL da quello di chi si diverte con SL... SL viene venduta come uno stile di vita, come una "reale" seconda vita, come una reale possibilità di riscatto e devo dire che qualcuno degli utenti ci cade in questa dicotomia: SL si contrappone e si equipara a RL (Real Life) per alcuni utenti, che vedono la realtà e il programma come due facce della stessa medaglia...ma questi sono i meno, a questa categoria di utenti appartiene una bassa percentuale di residenti (Residenti sono gli utenti di SL).
I più vivono Second Life in modi diversi: c'è chi ci va per chattare e rimorchiare, c'è chi ci va per costruire usando SL come un surrogato del famoso gioco The Sims, molti vanno per fare affari, credendo che SL sia la nuova frontiera dell' e-commerce, altri ancora fondano associazioni benefiche... ho conosciuto anche un maggiore dell'esercito che dava informazioni sull'Arma... ci si va su SL per scopi politici (Antonio Di Pietro), per scopi associativi (Beppe Grillo) e per mille altri motivi...
Cosa voglio dire? Voglio dire che l'utenza che usufruisce di SL non è univoca, ma variegata... è lo scetticismo di chi non conosce SL che mi preoccupa, che sta diffondendosi per assurdo anche su SL... mi spiego: come sapete anche io sono su SL; molti vengono e mi dicono: "Si, dovresti studiare me, io sono pazzo...ahahahah"... questo significa che gli utenti di questa community, venendo additati continuamente si stanno convincendo di essere "pazzi", nel secolo in cui per assurdo ripeto il concetto di "pazzia" è stato spazzato via.
D'altra parte è ovvio che su SL ci siano persone con problemi psichiatrici, come è ovvio che ci siano cardiopatici piuttosto che diabetici...
Spero di essere stato chiaro e non fraintendibile.
Spero anche che chi è interessato allo studio di SL, si faccia un account gratuito e ci vada per provare, provando a non giudicare senza sapere o solo per sentito dire o seguendo vari rumors che girano per il web.
Cosa penso io di SL? Penso che sia un programma come un altro, una community come un'altra, con il suo senso di appartenenza che come è iniziato svanirà col tempo... penso che SL non abbia nulla di particolarmente autodistruttivo o "folle"... penso che su SL si incontrino tante persone (che poi di persone stiamo parlando) diverse tra loro con tanti interessi e tante storie diverse...tutto qui.
Se volete un altro momento di discussione, entrate su Facebook e cercate il gruppo della SIPTECH fondato dal Prof. Marco Longo...si parla anche li di SL.

Buona giornata a tutti!

mercoledì 3 dicembre 2008

Cybertherapy...il logo!



Abbiamo anche il logo!
Scaricatelo (cliccandoci sopra e salvandolo con nome) e piazzatelo nel vostro sito o blog, in modo da far conoscere il nostro progetto e poter aiutare tanta gente.
Mille grazie...
Segnalateci chi mette il logo nel suo sito, mettendo un commento in questo post... provvederemo a linkarlo.

Buona giornata amici...

martedì 2 dicembre 2008

3 links interessanti...



Sui primi 2 non vi anticipo nulla... sono da scoprire:

http://moodgym.anu.edu.au/welcome

http://ecouch.anu.edu.au/welcome

Il terzo è un lavoro di autori internazionali sul tema "CyberTherapy"...

http://www.cybertherapy.info/pages/book3.htm

...i links sono come sempre per addetti ai lavori e non.

Buona giornata a tutti con i Guns 'n Roses...